IL DISEGNO ARCHITETTONICO TRA GEOMETRIA E FANTASIA

IL DISEGNO ARCHITETTONICO TRA GEOMETRIA E FANTASIA.

Autor/es

Sin stock. Envío en 15/30 días

pvp 22,00 €

Sin stock. Envío en 15/30 días

Aviso de disponibilidad:

Avisar si vuelve a estar disponible.


Convinto come sempre "dell'indubbio valore formativo del Disegno quale irrinunciabile strumento di conoscenza ed indispensabile mezzo di comunicazione", con questo mio breve scritto, intendo sottolineare ed approfondire, ancora una volta, lo stretto, inscindibile rapporto che lega l'architettura e il disegno, il linguaggio grafico e la possibilità di sviluppare e rendere concrete le proprie capacità creative. Mi rivolgo, con queste brevi note, soprattutto ai giovani studenti delle Facoltà di Architettura ed Ingegneria, ma non necessariamente solo a loro, ai ragazzi in generale, perché forse proprio da loro, dalla loro irreprimibile voglia di esprimersi con tutti i mezzi di comunicazione a disposizione, musica, letteratura e disegno, può venire la giusta richiesta di cambiamento verso una scuola che sentono lontana dalla loro voglia di conoscenza e dai loro problemi... la scuola utile per il futuro è quella che insegna a capire, una scuola fatta per educare. É proprio in quest'ottica che il disegno deve riprendere, nella scuola, il ruolo importantissimo che non è e non deve essere soltanto quello dell'apprendimento di una tecnica o del modo di esprimersi, di esprimere quello che si vede o si è pensato, ma quello del disegno come formazione. "Il disegno si inserisce in una scuola intesa non come organizzazione che crea istruzione, ma in una scuola fatta per educare, dove educare significa dare ai ragazzi la possibilità di trovare la propria identità personale". L'insegnamento del Disegno sintetizza, in maniera efficace, i diversi aspetti di una preparazione che, per molti versi, si dibatte nell'irrisolto dilemma tra scienza e tecnica da una parte e arte e fantasia dall'altra. Lo spunto per questo volume, dedicato al disegno architettonico ha origine da un'esperienza didattica atipica, un'esperienza di disegno di architetture fantastiche nata dalla rilettura del testo "Le città invisibili" di Italo Calvino realizzata nel corso integrato di Fondamenti della Rappresentazione tenuto dalla professoressa Franca Faedda presso la Facoltà di Architettura di Genova. (dalla Premessa di G. Guidano)

Recomendados